La sicurezza LIGHT di Kaspersky è anche per i server Linux

Byviral

La sicurezza LIGHT di Kaspersky è anche per i server Linux

Dare una sicurezza completa ma anche “light”, installata con un agente che non ha impatti sulle prestazioni, è l’obiettivo di soluzioni come Kaspersky Security for Virtualization Light Agent. Da oggi questa proposta di Kaspersky Lab è più completa: il supporto è stato esteso, infatti, ai server con risorse virtualizzate basati su sistema operativo Linux.

La scelta di Kaspersky appare del tutto motivata: spesso, nei data center aziendali i due sistemi operativi condiviono, a bordo di più server, e per logica semplificazione gestionale, per ragioni di costi e complessità ha senso che vengano protetti da un unica soluzione. Nell’elenco dei sistemi supportati, oltre a Linux, entrano ora anche le versioni più recenti della piattaforma di Microsoft, ovvero Windows 10 RedStone1 e Windows Server 2016. La soluzione è inoltre compatibile con Hyper-V 2016 e potenzia le funzionalità di sicurezza delle ultime piattaforme di virtualizzazione Microsoft.

light_agent_described_eng

Tra le funzionalità di Light Agent, le più importanti sono la scansione anti-malware, la protezione della memoria e dei processi, il controlli Web e dell’email (con rilevamento proattivo), la prevenzione dagli exploit e la protezione delle Virtual Desktop Infrastructure dai ransomware attraverso una tecnologia anti-crittografia. Tutto questo avviene senza causare rallentamenti nel funzionamento dei server dato che le scansioni anti-malware, che richiedono elevate risorse, non vengono eseguite sulle macchine virtuali del data center bensì esternamente, su una Security Virtual Machine dedicata.

About the Author

viral administrator

You must be logged in to post a comment